LIBRARY tappeto / rug


design: Gianluca Sgalippa


Un rettangolo che racchiude altri rettangoli, che a loro volta contengono dei triangoli. La geometria è come l’espressione verbale. Il segno grafico come il messaggio culturale. Il mondo delle nostre idee nasce anche dalla combinazione di entità semplici ed elementari come le linee e le parole. Chi calpesta questo tappeto può immaginare di estenderlo all’infinito. Ma può immaginarvi altre figure, intersezioni geometriche, combinazioni di linee, altri poligoni… e altri colori!

A rectangle that contains other rectangles, which in turn contain triangles. The geometry is such as verbal expression. The graphic as the cultural message. The world of our ideas also comes from a combination of simple and elementary entities such as lines and words. Who treads this carpet can imagine extend it to infinity. But can imagine other figures, geometric intersections, combinations of lines, polygons other... and other colors!

identikit
leggi qui / read here

VECTORS tappeto / rug


design: Gianluca Sgalippa


In questo caso non desidero razionalizzare questo pattern decorativo. Sono stato magicamente influenzato dalla grafica della Space Age, ovvero dallo stile a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Dei nastri contrastanti creano un equilibrio visivo come i vettori fanno con le forze. Asimmetrie, allineamenti e stondamenti: ecco un tappeto che sarebbe piaciuto a Joe Colombo, a Pierre Cardin, a Courrèges, a Magistretti, a Gino Sarfatti e a tutti gli altri interpreti di quella magnifica avventura.

In this case I don’t want to rationalize this decorative pattern. I’ve been magically influenced by the graphic of the Space Age, or style in the late '60s and '70s. Contrasting ribbons create a visual balance as vectors do with the forces. Asymmetries, alignments and rounded: here is a carpet that would have pleased Joe Colombo, Pierre Cardin, Courrèges, Magistretti, Gino Sarfatti and all the other performers of that amazing adventure.

identikit
leggi qui / read here

IN-GRID tappeto / rug


design: Gianluca Sgalippa


Intersezioni e sovrapposizioni. Nulla di più. La griglia ortogonale, che sta alla base del mondo cartesiano, non cessa di stupirci. Le sue risorse compositive ed espressive sono inesauribili, anche con poche variazioni cromatiche. L’occhio può dilatare i confini e moltiplicare le porzioni asimmetriche di questo tappeto, ma il pattern assomiglia solo a sé stesso, anche se a quel mondo figurativo hanno attinto in tanti, da Mondrian ai razionalisti milanesi del secondo dopoguerra.

Intersections and overlaps. Nothing more. The orthogonal grid, which is the basis of the Cartesian world, never ceases to amaze us. Its compositional and expressive resources are truly endless, with a few color variations. The eye can expand the boundaries and multiply asymmetric portions of this rug, but the pattern is similar only to itself, even if many creatives have drawn on that figurative world, from Mondrian to the Milan rationalists after World War II.

identikit
leggi qui / read here

NOODLES tappeto / rug


design: Gianluca Sgalippa


Le linee che corrono longitudinalmente non sono parallele fra di loro. Avete presente il fascio compatto degli spaghetti che si disfa al momento dell’immersione nell’acqua bollente? Quelle linee sghembe creano una sorta di deformazione ottica. Distorcono la percezione del suolo. I noodles non si agitano solo nella pentola, ma anche sul nostro pavimento, alterandone la perfetta orizzontalità. Grosse strisce nere, che corrono nel senso contrario, ne ripristinano (o quasi) la stabilità.

The lines are not running longitudinally parallel to each other. You know the compact bundle of spaghetti that are discarded at the time of immersion in boiling water? Those crooked lines create a sort of optical distortion. Distort perceptions of the soil home. The noodles are not only stir in the pot, but also on our floor, altering its perfect horizontality. Big black stripes, which run in the opposite direction, restore its (almost) stability.

identikit
leggi qui / read here

© ENZYMA 2017 | n. REA 1968619 | p.i. 12395040152 | via Melchiorre Gioia 61 20124 Milano Italia | powered by BoxAgency